La pesca delle acciughe - leacciughine.com

La pesca delle acciughe

… Sull’acciuga & Co.
Febbraio 8, 2018
 

La pesca dell’acciuga non è epica come quella delle balene o dei merluzzi.

E’ sempre stata considerata un pesciolino simpatico e comune, e ad differenza del baccalà cxhe ha un sapore molto forte, il suo sapore piace a tutti. Troviamo l’acciuga in molti brani letterari, o leggende soprattutto nel sud Italia che hanno la pesca delle acciughe come protagonista.
Perchè la pesca sia buona serve un mare giusto, la sapienza umana, e fortuna forse è per questo che la pesca delle sardine e delle acciughe è legata a molti riti e credenze. La stagione della pesca va da marzo a settembre ma le migliori si trovano da fine maggio a tutto giugno a luglio. Gli spagnoli e i portoghesi sono i pescatori migliori, perché i loro mari sono molto ricchi soprattutto il Mar Cantabrico che offre le acciughe migliori al mondo.
Da noi la zona più pescosa è il mare intorno alla Elba, Capraia e Gorgona.
Le barche sono piccoli gozzi lance a remi e motore, motopescherecci di piccola e media stazza.
Come rete un tempo veniva usata la menaide di forma rettangolare che veniva immersa verticalmente e restava sospesa nell’acqua a una certa profondità grazie all’azione di galleggianti combinati con piombi. Era un tipo, è un tipo di pesca molto faticoso e rischioso poichè spesso le manaidi tirate su a forza di braccia si riempivano così tanto da rendere la piccola barca instabile. Gli altri tipi di rete usate per le acciughe sono: la paranza, il tramaglio, la sciabica e la lampara. Con la parola lampara si indica sia la rete, che la lampada che la barca munita di tale lampada che attira il plancton di cui le acciughe sono ghiotte.